Valutazione dello stress ossidativo

Lo stress ossidativo è una forma di “stress chimico” indotto dalla presenza, nel nostro organismo, di quantità esageratamente elevate di ROS e, in particolare, di radicali liberi. Tale condizione può essere la conseguenza di un’aumentata produzione di ROS e/o di una ridotta efficienza dei sistemi di difesa antiossidanti, normalmente deputati al loro “smaltimento”.

Quale ne sia la causa, lo stress ossidativo è ritenuto responsabile dell’invecchiamento precoce e di una serie lunghissima di malattie molto comuni – circa un centinaio – che vanno dall’ipertensione arteriosa all’aterosclerosi, dall’infarto all’ictus, dal Parkinson alla Demenza di Alzheimer, dalla colite alla pancreatite, dall’obesità al diabete, dalla bronchite cronica all’artrite reumatoide, dall’AIDS a numerose forme di cancro.

Grazie a due semplici test è possibile porre una diagnosi di laboratorio di stress ossidativo estremamente precisa ed affidabile, ove le due componenti contrapposte, quella pro- ed anti-ossidante possono essere valutate distintamente.

Il d-ROMs test permette di determinare la concentrazione ematica dei derivati o metaboliti reattivi dell’ossigeno (reactive oxygen species, ROM) e, in particolare, degli idroperossidi, marcatori ed amplificatori del danno cellulare da radicali liberi. I risultati del test sono espressi in unità convenzionali di facile uso nella pratica clinica, denominate U CARR (dal nome del chimico pientino, Mauro Carratelli, inventore del test). I valori normali oscillano fra 250 e 300 U CARR. Al di sopra di 300 U CARR, dopo una sottile fascia borderline (301-320 U CARR), si parla di stress ossidativo.
Il BAP test (biological antioxidant potential) consente di determinare l’efficienza della barriera antiossidante plasmatica – l’insieme delle proteine, delle vitamine e di altre sostanze in grado di contrastare la reattività dei radicali liberi e dei ROS – Il valore ottimale del test è 2200 µmoli/L. Valori inferiori indicano una ridotta efficienza della barriera antiossidante plasmatica.